Roma è la Luce Featured

This will be the first episode of From students to studentsa series of contributions kindly offered by our students, who have been so kind to accept to narrate (in Italian!) their experience in the Eternal City (and at Kappa Language School) in order to give a general idea of how beautiful life can be here and to encourage Italophiles all around the world to undertake this journey.

In this first episode, Raquel, from Spain, has written a few words about her feelings while in Rome.

La decisione di andare a Roma un tempo l’ho presa d’improvviso, dopo aver avuto la voglia di andare là per tanti anni. Una città conosciuta per la sua bellezza e storia, e una lingua che innamorerebbe qualunque persona…chi non vuole andare a Roma?

Our alumna Raquel in front of the Acqua Paola's Fountain, on the Gianicolo Hill.Quest’anno ho vissuto in questa città per tre mesi: una esperienza che ripeterei senza dubbio. All’inizio sembra una città caotica: il traffico (orribile), il trasporto pubblico (ancora peggio), sempre piena di turisti…ma dopo un po’ di tempo, si scopre la vera Roma… Andare in giro per una città dove ogni volta che si gira per strada scopriamo una bellissima piazza, una impressionante chiesa, oppure un pezzo di storia. Infatti, una volta nel autobus un romano di sessanta anni con la macchina fotografica in mano ha iniziato a parlarmi e mi ha detto che adesso che aveva il tempo, faceva il turista a Roma, perché ci sono tante cose che non aveva mai visto. Una città dove in ogni ristorante si fa la meglio pizza che tu abbia mai provato

Fare shopping nei negozi in centro, andare a scuola, non solo per imparare la lingua, ma pure la cultura, bere una Peroni a Trastevere, in strada o nel mitico bar San Calisto, fare una passeggiata in qualcuno delle bellissimi parchi che ci sono, e ovviamente, fare un bel tour per i monumenti famosi che tutti conosciamo, sono solo alcune delle cose che facevo spesso e che non possono mancare a chi vada a Roma.

Il mio ultimo giorno prima di ritornare in Spagna, avevo sentimenti opposti: felicità per ritrovare i miei, ma anche una pena così grande, perché sapevo che mi sarebbe mancata questa caotica città dove ho conosciuto gente meravigliosa… e dopo un po' di tempo a Madrid, ancora mi manca, perché come ho letto una volta per caso su un muro al quartiere del Pigneto…’Roma è la luce’.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.